NEWS E AGGIORNAMENTI DALLA RICERCA

Nel corso degli ultimi mesi si sono succeduti annunci di possibili, futuri sviluppi, riguardanti la possibilità di realizzare, grazie alla terapia genica, il sogno di ogni emofilico: la cura definitiva dell’emofilia .

 

Già venti o quindici anni fa, la cura definitiva sembrava a portata di mano. Ma purtroppo tali speranze sono andate  in parte deluse.

Per fortuna, grazie all’intelligenza e alla perseveranza di grandi scienziati, la ricerca è andata avanti.

Sappiamo bene che la strada sarà lunga, ma  “si comincia a vedere una piccola luce in fondo al tunnel…..”

Ecco alcuni links di articoli riguardanti i più recenti sviluppi della ricerca genica e l’emofilia.

___________________________________________________________________

Emofilia B – Risultati positivi sullo studio pediatrico di fase III condotto su rFIXFc  fattore IX long active.

Marzo 2015

Un studio su un  nuovo ricombinante per la cura dell’emofilia B  ne sta valutando la sicurezza, l’efficacia e la farmacocinetica in bambini al di sotto dei 12 anni con emofilia B grave.

http://pharmastar.it/index.html

Fonte: http://pharmastar.it/index.html

____________________________________________________________________

Aggiornamenti sulla ricerca genica per la cura dell’Emofilia.

Marzo 2015

Linkiamo due degli articoli pubblicati recentemente su alcuni giornali online italiani, che hanno per oggetto la ricerca genica per cura definitiva dell’emofilia.

L’Hiv manipolato curerà l’emofilia    –   fonte:  www.La Stampa.it

Verso una terapia genica contro l’emofilia   –  fonte:   www.lescienze.it

_____________________________________________________________________

Epatite C: nuovo farmaco subito gratis SOLO ai pazienti più gravi

giugno 2014

In attesa della definizione del prezzo definitivo, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha annunciato che il farmaco” contro l’Epatite C prodotto da Gilead, noto per l’efficacia, ma anche per il costo(60mila euro per un ciclo di terapia) verrà utilizzato SOLO per i casi più urgenti: pazienti con recidiva severa di epatite dopo trapianto di fegato (epatite fibrosante colestatica o epatite cronica con grado di fibrosi) oppure pazienti con cirrosi scompensata in lista per trapianto epatico.
Il farmaco verrà fornito gratuitamente ai pazienti nell’ambito di un uso compassionevole.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha dichiarato che il governo ha un piano per l’eradicazione della malattia, un piano che deve essere economicamente sostenibile.
Curare con i nuovi farmaci le 500.000 persone che in Italia sono affette da epatite C, potrebbe costare al Sistema sanitario nazionale più di  1 miliardo di euro per il primo anno.